Albert

Solo quelli che sono così folli da pensare di cambiare il mondo, lo cambiano davvero. (Albert Einstein)

"Non sono andato via , sono lì, sento, osservo e guardo, dobbiamo cambiarlo questo Paese è ognuno di voi deve fare la propria parte." (Beppe Grillo)

Referendum Costituzionale il 4 dicembre comportiamoci da popolo sovrano, andiamo a votare.

Vico Equense  - Ha preso il via alle 18 di ieri, a Vico Equense, un incontro sul Referendum costituzionale promosso dal Movimento 5 Stelle locale. Ad illustrare le ragioni del no alla riforma firmata Renzi-Boschi, Renato Briganti, professore di Diritto pubblico e costituzionale alla Federico II di Napoli, e i pentastellati Sergio Puglia e Luigi Cirillo. Per i mèmbri del comitato del no la 'deforma' della Costituzione "non supera il bicameralismo ma lo rende più confuso e crea conflitti di competenza tra Stato e regioni, tra Camera e nuovo Senato. Non è una riforma innovativa, anzi: conserva e rafforza il potere centrale a danno delle autonomie e non diminuisce i costi della politica. I costi del Senato - spiegano - sono ridotti solo di un quinto e se il problema sono i costi perché non dimezzare i deputati della Camera?". Altro punto su cui i 'conte statori" del premier Matteo Renzi inerisce la scarsa chiarezza del testo stesso "scritto in modo da non essere compreso, il che contraddice lo spirito stesso della Costituzione italiana stilata perché potesse essere, come effettivamente è, chiara ed accessibile a tutti". Di qui la posizione che i comitati del no vanno via via rafforzando: "Salvaguardare la democrazia oggi significa garantire la propria libera voce domani. Diciamo no allo scempio della Costituzione attuato attraverso una riforma che sottrae poteri ai cittadini e mortifica il Parlamento; ad una legge oltraggio che, calpestando la volontà del corpo elettorale, instaura un regime politico fondato sul governo del partito unico. Le ragioni del no hanno tuonato ancora da Vico Equense - si fondano anche sul contesto in cui nasce la "riforma " e sul combinato disposto con la legge elettorale". (Fonte: sf da Le Cronache di Napoli)
video
 

Nessun commento:

Posta un commento